Serramenti Torino posa a regola d'arte

Serramenti Torino: posa a regola d'arte

Che confusione sulla posa vero?
E tu cosa fai per assicurarti il miglior lavoro? Scommetto che guardi solo la cifra in fondo al preventivo. Bene ti assicuro che questo è il modo più veloce per assicurarti il peggior risultato... Non parlo di estetica... oramai i serramenti sono fatti tutti bene e sono tutti belli, almeno cosí dovrebbe essere... ti parlo proprio del risultato a lungo e medio termine.
Ma allora che cos'è che fa la vera differenza? Ci sono tanti fattori e come ti accennavo pocanzi si presuppone che il prodotto sia un prodotto Top class. E non intendo Classe A... che non vuol dire assolutamente nulla! Ma intendo un prodotto di qualita. Sapete cosa significa avere un prodotto in classe A? semplicemente che le pareti del profilo (parliamo del Pvc ovviamente) debbano essere contenute all'interno di un range (spessore) di 3mm, ecco con questo semplice dettaglio avete un prodotto i classe A :-).
Se siete contenti cosí diciamo che è come andare a comprare un auto che monta tutte e 4 le ruote! Spero di avervi reso l'idea... Sono tutti o almeno al 99% in classe A
Un'altro dettaglio e questo è da verificare veramente è che la mescola sia per idonea per i nostri climi, questo requisito è sicuramente più rilevante del primo. La mescola deve essere certificata S ossia per climi severi, questo per non incorrere in problemi di degrado del serramento, sbiadimento o sfaldamento delle pellicole o ingiallimento del bianco.
Altro fattore importante sono i vetri, questi devono essere per legge internamente di sicurezza ed esternamente sulle porte anch'essi di sicurezza e sulle finestre in base all'altezza ed altri fattori.
Poi abbiamo la canalina che divide le lastre dei 2 o 3 vetri, questa dev'essere necessariamente termica (noi adottiamo una super termica di serie), la presenza o meno del gas argon per aiutare l'isolamento termico del vostro serramento in pvc.
Un'altro dato importante sicuramente ci viene dalla ferramenta che farà movimentare, chiudere e sostenere i nostri serramenti... Indubbiamente dev'essere di qualità, di facile reperimento e se tutto di serie (come nel nostro caso) direi che non guasta.
Solo dopo aver appurato questi passaggi che dovrebbero essere uguali per tutti (ma che non lo sono) allora possiamo decidere a chi affidare il nostro lavoro vero? NOOOO
Come dicevamo questa è la base che tutti dovremmo avere come partenza (purtroppo ho notato che solo il 20% offre tutto ciò che noi diamo di serie), ora possiamo procedere con le differenze di posa.
Se non vi viene chiesto dove si trova il vostro immobile, se non vi chiedono di che anno è, se non vi chiedono insomma informazioni dettagliate e vi fanno un prezzo al mq tanto per darvi il prezzo più basso... Ok avete capito.
Ho visto clienti chiedere preventivo a decine di "professionisti" e poi affidarsi esclusivamente a quello che gli faceva spendere meno. Secondo voi hanno risparmiato nel tempo? Ve lo dico subito, circa la metà entro pochi anni ha ricambiato i serramenti perchè non avevano una buona tenuta, perchè erano posati male, perchè gocciolavano, perchè perchè perchè. Alcuni di loro si sono riostinati a scegliere il prezzo più basso pensando nuovamente di risparmiare e invece punto e a capo.
Altri si sono ritrovati senza assistenza, in altri casi senza riuscire a rintracciare il "professionista", addirittura in altri casi a distanza di tempo si accorgono che ciò che hanno in casa non è ciò che avevano concordato!
Insomma la scelta prima che sul prezzo và fatta sul professionista!
Ho visto sigillature di silicone acrilico a contatto diretto con l'acqua! Magari una svista, tanto le cartucce sono tutte uguali, c'è scritto silicone dappertutto vero :-)
Se parliamo di case di nuova realizzazione o ristrutturazione totale compresi di controtelai e cassonetti direi che è molto più semplice incontrare e vedere con i vostri occhi chi è più professionale. Il problema nasce quando bisogna sostituire i serramenti nell'abitazione dove voi risiedete abitualmente, vi spiego il perchè...
Un serramento senza lo smontaggio del controtelaio e quindi senza opere murarie è consentito e fattibile, a patto di rispettare alcuni parametri fondamentali. Bisogna distinguere tra i serramenti esistenti, differenti tipi di materiali e di posa, difatti se voi avete un serramento in ferro, non posso montarvi i nuovi serramenti come se li avevate in legno... inoltre se avete un telaio a monoblocco devo impiegare altri accorgimenti, se i telai esistenti si muovono dovrò prima trattarli e rinforzarli, se c'è un ponte termico a pavimento devo farlo presente e proporre un trattamento correttivo onde evitare la formazione di umidità.
Considerate inoltre che ci sono tantissimi modi per abbassare un prezzo e darvi ciò che cercate (ATTENZIONE NON CIÒ CHE VI OCCORRE REALMENTE...), ad esempio un venditore potrebbe risparmiare in primis sul serramento 70 euro per finestre cinese contro 250 euro di finestra tedesca, materiale per la posa 8 euro tanto per... contro 30 euro di buona qualità, compenso per i posatore ad esempio 50 euro per una posa tanto per... contro 120 euro di una posa a regola d'arte, considerate che per una finestra a 1 anta l'investimento occorrente varia tra i 400 e i 600 euri, ora che sai tutti questi segreti tu quale sceglieresti???

Segui queste semplici regole e vedrai che la scelta sarà automatica:

  • Non gurdare per ora il prezzo
  • Verifica che il serramento possieda tutti i requisiti come sopra riportati
  • Verifica la professionalità dell'azienda, non solo del venditore ma anche dei posatori! Il venditore non viene a posare!
  • Verifica che prima di formulare un prezzo abbia richiesto le informazioni a lui necessarie
  • Verifica che parli più del suo prodotto e servizi che di quello degli altri
  • Scegli con lui la posa più idonea
  • Ascolta bene (appurato che sia un professionista) i consigli che propone
  • Screma i 3 preventivi che rimangono e fai la tua scelta